Spesso chi scrive poesie non coglie subito il significato profondo che si cela nei versi.
Si sente all’inizio un leggero aroma, poi col tempo la lingua viene invasa dal gusto, come se il fiore dispiegasse i suoi petali con i tempi che egli stesso si accorda.
Il poeta non è più l’artefice, allora, ma solo un mezzo attraverso il quale il mistero si svela.

sc

Senza Titolo H
§

Le luci del primo mattino,
Le nebbie avvolgono silenziose,
Le colline,,
Il fiume che scorre,
Emerge da questa coltre,
E scompare in lontananza,

Dea degli orchi 2.JPG

Sfidando questo nulla,
Luminoso,
Senza fondo.,
Vago in questo mistero,
E la mente è senza,
Orientamento.,
Respiro vapore,
Emano vapore,,

Attendo il sorgere del sole,
Attendo che questo candore,
Si levi come un sipario,
Per scorgere,
Le file delle colline nascoste,
Dietro là,
In quell’immoto nulla.,
Attendo che gli alberi,
E tutto,
Si abbandoni al mio sguardo,
E sia.,
Attendo che i frutti,
Con la loro dolcezza,
E splendidi colori,
Incontrino i miei sensi,
Si svelino.,
E lascio che i loro sapori,
Mi gustino.,

05 04 08 h. 17.56

sc