Array ( [blocks] => specificItem [show] => [itemId] => 12217 [exactSize] => 150 [itemFrame] => None [albumFrame] => None )
Il discorso dell’esempio del serpente

«Una persona ordinaria, o monaci, che non ha ricevuto gli insegnamenti […] concepisce la forma materiale nel modo seguente: “Questa è mia, questa sono io, questa è il mio sé”. […] così la sensazione: “Questa è

Error (ERROR_STORAGE_FAILURE)

  • in modules/core/classes/GalleryStorage.class at line 226 (GalleryCoreApi::error)
  • in modules/core/classes/GalleryStorage.class at line 453 (GalleryStorage::_getConnection)
  • in modules/core/classes/Gallery.class at line 202 (GalleryStorage::search)
  • in modules/core/classes/helpers/GalleryUserGroupHelper_simple.class at line 105 (Gallery::search)
  • in modules/core/classes/GalleryCoreApi.class at line 1791 (GalleryUserGroupHelper_simple::fetchGroupsForUser)
  • in modules/core/classes/helpers/GalleryPermissionHelper_simple.class at line 41 (GalleryCoreApi::fetchGroupsForUser)
  • in modules/core/classes/GalleryCoreApi.class at line 428 (GalleryPermissionHelper_simple::fetchAccessListIds)
  • in modules/core/classes/helpers/GalleryUserHelper_simple.class at line 76 (GalleryCoreApi::fetchAccessListIds)
  • in modules/core/classes/GalleryCoreApi.class at line 493 (GalleryUserHelper_simple::hasItemPermission)
  • in modules/imageblock/classes/ImageBlockHelper.class at line 217 (GalleryCoreApi::hasItemPermission)
  • in modules/imageblock/classes/ImageBlockHelper.class at line 93 (ImageBlockHelper::_getBlockData)
  • in /mnt/store/www.lastelladelmattino.org/htdocs/wp-content/plugins/wpg2/wpg2embed.inc at line 1352 (ImageBlockHelper::loadImageBlocks)
  • in /mnt/store/www.lastelladelmattino.org/htdocs/wp-content/plugins/wpg2/wpg2embed.inc at line 865
  • in /mnt/store/www.lastelladelmattino.org/htdocs/wp-content/plugins/wpg2/wpg2embed.inc(1229) : regexp code at line 1
  • in /mnt/store/www.lastelladelmattino.org/htdocs/wp-content/plugins/wpg2/wpg2embed.inc at line 1229
  • in ??? at line 0
  • in /mnt/store/www.lastelladelmattino.org/htdocs/wp-includes/class-wp-hook.php at line 286
  • in /mnt/store/www.lastelladelmattino.org/htdocs/wp-includes/plugin.php at line 203 (WP_Hook::apply_filters)
  • in /mnt/store/www.lastelladelmattino.org/htdocs/wp-includes/post-template.php at line 240
  • in /mnt/store/www.lastelladelmattino.org/htdocs/wp-content/themes/connections/post.php at line 5
  • in /mnt/store/www.lastelladelmattino.org/htdocs/wp-content/themes/connections/single.php at line 25
  • in /mnt/store/www.lastelladelmattino.org/htdocs/wp-includes/template-loader.php at line 74
  • in /mnt/store/www.lastelladelmattino.org/htdocs/wp-blog-header.php at line 19
  • in /mnt/store/www.lastelladelmattino.org/htdocs/index.php at line 17

1

mia, questa sono io, questa è il mio sé”. Così vede la percezione: “Questa è mia, questa sono io, questa è il mio sé”. Così vede le formazioni: “Queste sono mie, queste sono io, queste sono il mio sé”. Essa vede nel modo seguente ciò che è visto, udito, toccato, conosciuto, incontrato, cercato e mentalmente considerato:

“Questo è mio, questo sono io, questo è il mio sé”. E anche il seguente punto di vista: “Questo è il sé. Questo è il mondo; dopo la morte io sarò permanente imperituro, eterno, non soggetto a cambiamento; durerò per l’eternità”, anche questo punto di vista egli considera così: “Questo è mio, questo sono io, questo è il mio sé”. O monaci, un nobile discepolo, che ha ricevuto gli insegnamenti […] percepisce la forma materiale nel modo seguente: “Questa non è mia, questa non sono io, questa non è il mio sé”. Così egli vede la sensazione: “Questa non è mia, questa non sono io, questa non è il mio sé”. Così intende la percezione: “Questa non è mia, questa non sono io, questa non è il mio sé”. Così vede le formazioni: “Queste non sono mie, queste non sono io, queste non sono il mio sé”. Egli concepisce nel modo seguente ciò che è visto, udito, toccato, conosciuto, incontrato, cercato e mentalmente considerato: “Questo non è mio, questo non sono io, questo non è il mio sé”. E anche il seguente punto di vista: “Questo è il sé. Questo è il mondo; dopo la morte io sarò permanente imperituro, eterno, non soggetto a cambiamento; durerò per l’eternità”, anche questo egli considera così: “Questo non è mio, questo non sono io, questo non è il mio sé”. Poiché egli intende così queste cose, non è agitato da ciò che non esiste».
Alagaddupamasutta. Traduzione a c. di Francesco Sferra in La Rivelazione del Buddha, vol. I: I testi antichi, a c. di Raniero Gnoli, 240 s.