BZ di novembre?!
Cari voi, è l’abbondanza, la merica, il tripudio: un altro Bz a così poca distanza dal precedente. E poi le novità: il logo che di volta in volta cambia, si evolve, il rampicante (il cui fiore è il cosmo) che parte dalla fine e arriva all’inizio (della pagina) …
Non dico che tutto ciò faccia addirittura dimenticare il vecchio Bz, per carità: quello è imperituro!, però, il nuovo che avanza … non avanza per niente, anzi, ne vorremmo ancora.

Approfitto dell’occasione per informarvi di qualche novità:
-Annuntio vobis che, nella consueta pagina, trovate un nuovo e-book: Il Buddha dei bambini. Un libretto tratto da uno scritto di Jiso di molto tempo fa, impaginato e impreziosito dalle abili mani di Maurizio, new entry nella redazione della Stella.
Un tentativo di comunicare un poco di visuale buddista ai più piccoli.

-La pagina della Stella sui Testi Buddisti, in assoluto una delle migliori pagine del web per la ricerca di testi in lingua originale o in traduzione, si è arricchita di una nuova pagina sul Lankavatarasutra con testi in inglese, cinese, giapponese, coreano e sanscrito. Questa pagina è il compendio di circa 20 anni di studio sull’argomento da parte del redattore, Carlo.

-L’anno scorso è stato pubblicato sul web un articolo che distingue in modo chiaro tra psicoterapia e zazen; nel caso specifico: tra la mindfullness praticata come terapia e samatha vipassana. La differenza è esposta chiaramente.
Purtroppo il linguaggio dell’articolo è fortemente orientato verso il riconoscimento dell’esistenza di un ‘sé personale’, core self nell’articolo, senza specificare che quel termine non indica nulla di definito o esistente, se non l’idea che quel core self esista.

-Dhr, alias ‘Il Tassista Marino’, amico ed eclettico collaboratore della Stella, ha pubblicato la nuova edizione del suo Dante Fantasy: «Una nuova edizione del saggio sugli “inattesi” lati fantasy della Divina Commedia».