luglio 2011


Come forse ricorderete, da alcuni anni la Stella del Mattino indice un bando di concorso per la miglior tesi di laurea sul buddismo e dintorni realizzata da un laureando dell’Università di Urbino.

coppa

Quest’anno, oltre alla borsa per la tesi, abbiamo bandito un concorso per premiare anche il miglior film documentario sul buddismo. Il concorso si chiama Documentare l’invisibile. Per poter partecipare occorre leggere con attenzione il bando, scaricare e compilare la scheda d’iscrizione ufficiale, inviarla tramite RR assieme al DVD del documentario che si vuol far partecipare all’indirizzo indicato sul bando, entro il 31 gennaio 2012.
Se pensate che questa iniziativa sia cosa buona fatela conoscere.

Ho ricevuto da fratel Matteo, coautore del post precedente e che ringrazio per il regalo, la recensione che qui sotto propongo alla vostra lettura. L’autore del testo recensito, Tiziano Tosolini, missionario saveriano, vive a Osaka da molti anni e, dopo la laurea in teologia e pedagogia a Parma e un dottorato in filosofia all’Università di Glasgow, è ora ricercatore presso l’Università Nanzan di Nagoya dove da alcuni anni dirige l’Asian Study Centre, una delle realtà più interessanti a livello mondiale sia per

gli studi buddisti sia per il dialogo inter-religioso. In Italia, oltre al testo recensito, ha pubblicato la traduzione con introduzione di: Nishida Kitarō, La logica del luogo e la visione religiosa del mondo, a c. di T. Tosolini, Palermo, L’Epos, 2005. Si dice (qualcuno dice?) che non vi siano cristiani che sappiano DAVVERO fare zazen… Non so se padre Tosolini sappia sedersi in zazen ma la sua comprensione e resa in italiano del pensiero di Nishida (scuola di Kyoto) sono rigorose e interessanti.
Tiziano Tosolini, Controstorie dal Giappone, Asian Study Centre, Izumi Sano (Ōsaka) 2006.
Edito in Italia come:
Tiziano Tosolini, Interno giapponese. Tracce di dialogo tra Oriente e Occidente EMI, Bologna, 2009.